Decalogo Informale del blog

1. Un post (o un commento) va scritto in italiano corrente (e corretto), cioè evitando tutte quelle abbreviazioni under 18 che rendono difficoltosa la lettura non solo ai “matusa” ma anche agli utenti del web ipovedenti che usano i lettori vocali.
2. L’utilizzo delle emoticon è necessario ma va dosato senza esagerare.
3. Ricordarsi che scrivere TUTTO MAIUSCOLO equivale ad urlare.
4. Citare sempre le fonti. Nulla è più deprecato dell’appropriazione fraudolenta di contenuti altrui.
5. Rispondere in tempi ragionevoli alle eventuali richieste, glissando sulle provocazioni. E’ più facile evitare di “accendere un flaming (discussione polemica)” che spegnerlo.
6. Se i commenti sono off-topic, cioè esulano dall’argomento di cui si sta parlando, ciò va segnalato all’inizio del messaggio. A meno che non siate “troll”, ovvero persone intenzionate a creare confusione e litigio per partito preso: nel qual caso NON siete i benvenuti e potreste essere “bannati”, ovvero cacciati.
7. Non divulgare i dati che vi vengono forniti obbligatoriamente dai commentatori (prima fra tutti l’e-mail) né per intasare la loro casella di posta elettronica per promuovere ciò che fate in Rete senza il loro consenso. Avere a disposizione qualcosa, non equivale ad avere il diritto di farlo.
8. Quando utilizzate una fonte, informatevi se e come l’autore permette l’utilizzo e/o la citazione della propria opera. Cercate nelle indicazioni definite come Credits, indicazioni sul Copyright o la presenza di licenze Creative Commons.
9. Se si modifica un post dopo averlo pubblicato, di solito si segnala la modifica o l’aggiunta di altre informazioni. Non è una regola ferrea ma, piuttosto, un’usanza abbastanza diffusa.
10. Dopo un link ad un documento, è auspicabile indicare il tipo di documento a cui ci si sta collegando: [doc] per i file di word, [pdf], [ppt] per i powerpoint (da evitare, per favore) e così via. Non bisogna dare per scontato che tutti usino gli stessi software.

2 comments

  1. Buongiorno sono interessati ad un confronto rispetto alla gestione del tabagismo nei vostri reparti. Grazie

    • Silvia on 19 Novembre 2016 at 18:45
    • Reply

    Sono impaziente di vedere il risultato!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*